estratti - marcellolarosa

Vai ai contenuti

Menu principale:

estratti

Omicidio pedi ‘i boi:
…I due, dopo aver mangiato, andarono via, poiché il Valveri doveva accompagnare il Gullì a Barcellona, ma transitando per piazza del Popolo, notarono l’Arcudi che parlava insieme ad altre persone. Il Gullì scese allora dall’auto, mentre il Valveri rimase ad attenderlo con una Fiat 131 Mirafiori in via S. Marta. Il Gullì’ si avvicinò, quindi, all’Arcudi e gli sparò; quando già la vittima si trovava a terra il killer gli appoggiò un piede sulla testa e gli sparò ancora. Il Valveri accompagnò, poi, il Gullì a Barcellona.


Attentato Rizzo:
per aumentare le probabilità di riuscita del piano aveva dato incarico a Turrisi Antonino di rubare un camion e di posizionarlo al centro della strada per impedire il passaggio dell’autovettura del Rizzo. Ricevuta la notizia che sulla BMW blindata si trovava Rizzo Rosario, Ferrara era corso a dare il segnale ai killer, Mulé Giuseppe, Longo Luigi, Papale Domenico. Il conducente della BMW, su cui all’ultimo momento il Rizzo era stato sostituito da Morabito Maurizio, non aveva potuto evitare l’urto con il camion ed era entrato in azione a questo punto Longo Luigi, il cui kalashnikov avrebbe dovuto “aprire la strada” alle altre armi: fucili a pompa e pistole, perforando la blindatura dei vetri e della carrozzeria.




 
Torna ai contenuti | Torna al menu